alz_intro1

MALATTIA DI ALZHEIMER


Introduzione


Con il passare degli anni le funzioni cerebrali sono destinate ad un lento declino, per la progressiva involuzione di tutte le strutture nervose deputate alle attività che regolano la nostra vita di relazione.

La memoria ed altre attività mentali (definite funzioni cognitive) progressivamente si riducono in efficienza, determinando frequenti dimenticanze, difficoltà nel ricordare nomi, impegni, cose, insieme a problemi crescenti nell’espletamento delle normali attività della vita quotidiana, anche se con connotati diversi da persona a persona.


Allorquando il declino cognitivo è disproporzionato nei confronti dell’età anagrafica, e procede con una progressione più rapida, si configurano quadri clinici francamente patologici, accomunati nell’ambito delle demenze, che sono causa di particolare disagio, sofferenza, e ricadute nella vita sociale e familiare, e che riguardano sia la persona affetta che chi le sta intorno. Tali patologie hanno registrato negli anni più recenti una particolare accelerazione, anche come conseguenza del progressivo allungamento delle aspettative di vita, determinando come una “esplosione epidemiologica” del declino cognitivo.

Di fronte a questo scenario la ricerca scientifica è particolarmente impegnata nella identificazione dei meccanismi più reconditi dei processi patogenetici che causano l’involuzione cerebrale - sia fisiologica che patologica - con l’obiettivo di prevenirli, contrastarli e fornire nuove possibilità di cura.


alz_intro2

La malattia di Alzheimer rappresenta la forma epidemiologicamente più rilevante, contro la quale tutta la comunità scientifica e la società in generale è impegnata in una lotta strenua, tesa possibilmente a prevenirne e contrastarne l’evoluzione. La persona ammalata ne sopporta le conseguenze, ma allo stesso modo i familiari e chi si occupa della quotidianità del paziente sono chiamati a fornire l’assistenza e a predisporre adeguatamente le risorse di cura necessarie e disponibili.


Una adeguata conoscenza degli aspetti caratterizzanti il deterioramento cognitivo nelle sue diverse espressioni cliniche è il presupposto per migliorare le attuali possibilità di assistenza e trattamento per le persone che ne sono interessate.

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in: 0.035 secondi
Powered by Simplit CMS